Arriva Radio UGI!


"Abbassa la tua radio per favor se vuoi sentire i battiti del mio cuor”. Sono i versi di “Abbassa la tua radio”, canzone di 76 anni fa (1940) cantata da Alberto Rabagliati. Molto è cambiato da quei giorni, quando avere una radio in casa era un lusso.
E moltissimo è mutato da quando Guglielmo Marconi permise a quell’apparecchio di cambiare le nostre esistenze, regalandoci musica e parole che ci facevano sognare e ci permettevano di sentirci parte di un grande pubblico. Vicino o lontano che fosse. La radio è diventata nei decenni una forma di comunicazione indispensabile. E’ capace d’intrattenere senza costringere all’immobilità e favorisce, meglio di altri media, la concentrazione e l’assimilazione di ciò che si ascolta. Come scriveva nel 1976 Eugenio Finardi in una sua canzone: “Amo la radio perché arriva dalla gente, entra nelle case e ci parla direttamente. Con la radio si può scrivere leggere o cucinare, non c’è da stare immobili seduti lì a guardare”.
Parole che sembrano scritte per l’UGI, e non possiamo che sentirci esattamente come dice la canzone: la radio libera la fantasia e lascia intatta l’immaginazione. Tutto è più equilibrato, non ci sono immagini sfalsate che ci conducono su un’unica strada. Nel 1979 Lucio Dalla, con “L’anno che verrà”, scriveva: “Hanno detto che il nuovo anno porterà una trasformazione, tutti quanti stiamo già aspettando …”. I versi perfetti per la grande novità dell’anno.
Mancano ormai pochi giorni alla prima trasmissione di Radio UGI. Un progetto di comunicazione multimediale in oncoematologia pediatrica. 5 Il primo di questo tipo in Italia fatto da volontari e ragazzi guariti o in terapia oncologica e dedicato a tutti coloro che vorranno sintonizzarsi per avere informazioni e conoscere le attività dei ragazzi. Franca Fagioli, direttore di Oncoematologia Pediatrica al Regina Margherita di Torino, afferma che la radio “consente a coloro che stanno vivendo l’esperienza di malattia di sentirsi parte di un qualcosa, recuperare fiducia e speranza nel futuro minato dalla situazione attuale, sostenendone così la compliance e l’alleanza terapeutica con i curanti”.
Ecco perché Radio UGI sarà un tassello importante della nostra comunicazione. Nel palinsesto della radio, che farà i suoi primi passi da marzo in poi (inaugurazione il 7 marzo alle 19 presso i locali di M**bun di via Rattazzi a Torino) oltre alla musica ci saranno programmi di interesse generale, tra cui:
NERDER THINGS condotto da Federica e Daniele il primo format del lunedì sera di Radio Ugi che affronta il mondo dell’irreale e del surreale per scoprirne gli arcani segreti in salsa nerd! Gli ingredienti? Serie tv, film, fumetti, supereroi e videogames, il tutto con la giusta proporzione di simpatia e divertimento. #UGICOFFEEBREAK condotto da Giada e Luciana basato su notizie curiose e divertenti, è stato pensato in modo tale che esista un filo conduttore e soprattutto che riesca a creare un’interazione con il pubblico che sarà presente, ovvero i nostri piccoli pazienti di Casa Ugi e tutti coloro che saranno i nostri ospiti durante le giornate di registrazione. Il programma potrà risultare bizzarro ma per allietare gli ascoltatori ci sarà bisogno di tanta leggerezza e frivolezza. La struttura del format si articolerà su tre punti chiave: GOSSIP - CUCINA – OROSCOPO per stimolare la curiosità di tutti noi.
UGI NEL PALLONE condotto da Emiliano e Fabio il programma radiofonico che ti permette di vedere lo sport attraverso gli occhi dei ragazzi e dei volontari di Casa Ugi. Commenti, ospiti, notizie e tante risate, si spera, sono gli ingredienti che cucineremo ogni domenica.
SCHOOL OF RAP condotto da Luca e Giacomo è una delle trasmissioni che farà parte di Radio Ugi. Si parlerà di musica concentrandoci sul rap adatto a tutte le età, confrontando i rapper del passato con quelli della nuova generazione.
NON SOLO POP CORN condotto da Alice In questo programma si parlerà di cinema. Il cinema nelle sue molteplici sfaccettature: quello del passato e quello di oggi; parleremo di film, generi, registi e attori, premiazioni e avremo ospiti a sorpresa!
PILLOLE condotto Pierpaolo e Stefano Alla scoperta di tutti i segreti del reparto di Oncoematologia pediatrica del Regina Margherita, le nuove frontiere della medicina, i gruppi e le associazioni che collaborano con UGI ed il lato umano che sta dietro alla cura, in ogni sua accezione. Le pillole sono piccoli spazi dove si parlerà di tutta una serie di argomenti per un periodo limitato, il programma adatto al 21° Secolo.
CIAPA L’UGI! Condotto da Pino Un programma che spazierà, affronterà diversi argomenti, quali le curiosità, le bellezze il fascino e la storia della “città di Torino”, e poi parleremo anche delle “montagne”, i luoghi, gli sport, il tempo libero e molte altre cose che ci offrono queste alte, supreme alture. E per finire cercheremo di entrare nel vivo del “volontariato”, con tutte le sfaccettature che possano interessare ognuno di noi, ma anche per coloro che non lo sono ma che pensano di diventarlo.
Tanti sono i nostri partner e tutti nostri amici da molto tempo. Solo per citarne alcuni Il museo del cinema, la Lipu, lo IED, Paratissima, V.I.P. Settimo circo e tanti altri che con la loro disponibilità e competenza ci aiutano in questo importante cammino. A breve sarà coinvolta la Scuola ospedaliera perché siamo consapevoli che questo aspetto sia di estrema importanza per la crescita e lo sviluppo del giovane paziente. Certamente ci piace pensare che sarà una radio di qualità, ma ciò che ci preme è poter migliorare la qualità della vita dei bambini e dei bambini e sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni attraverso un mezzo di comunicazione che non ha frontiere. Per sintonizzarsi sarà sufficiente aprire il sito dell’associazione www.ugi-torino.it e cliccare sul bottone di “Radio UGI”, lì si troverà il palinsesto e una breve biografia di ciascun conduttore, ascoltare la diretta o le repliche.
Buon ascolto!

Copyright 2018 Ugi Torino C.F. 03689330011

Abc Interactive