1. Giornale UGI
  2. Risolving con il problem solving

Scarica il giornale UGI

Risolving con il problem solving

Risolving con il problem solving


- “Houston, we have a problem”
- One moment please, I connect you with Casa Ugi kids. One moment later…
- Qui Casa Ugi, cosa succede Apollo 13?
- Ciao ragazzi, abbiamo un problema con la programmazione del flusso canalizzatore.
- Nessun problema ci pensiamo noi al “problem solving!”


Questa è una comunicazione immaginaria che mescola elementi differenti, apparentemente slegati tra di loro e adattati per l’occasione, ma lo fa cercando di seguire una logica. Una logica che permetta a chi scrive, partendo da una condizione data, di raggiungere la condizione desiderata: e cosi, da un dialogo di fantasia si cerca di condurre i lettori alla scoperta delle attività svolte nel laboratorio di informatica curato da NTT DATA Italia.
Questa proposta, inserita tra le iniziative del “Progetto adolescenti”, ha lo scopo di divulgare il sapere attraverso il gioco ed il divertimento. Questo è l’approccio con cui NTT DATA ha concepito il “Progetto Coding”, che si prefigge l’obiettivo di avvicinare i ragazzi delle scuole, ma non solo, alla logica della programmazione e del problem solving. Temi ed argomenti sempre più d’interesse nel campo della formazione. Elisabetta Medda è la curatrice del progetto, Andrea Franceschiello coordina le attività dei laboratori insieme ad altri membri di NTT DATA che di volta in volta si alternano al suo fianco.
Utilizzando Scratch, il software sviluppato dal M.I.T di Boston (Massachusetts Institute of Technology), Andrea coinvolge i ragazzi nella creazione di un flow chart (diagramma di flusso) che permette di creare e sviluppare i comandi software per realizzare dei video giochi. Quindi partendo da una condizione data, raggiungere la condizione desiderata, seguendo una logica di programmazione.
Abbiamo dato vita a questa iniziativa per portarla nelle scuole dove i temi legati alla programmazione e al problem solving sono sempre più fonte d’interesse – introduce Andrea Franceschiello – e lo abbiamo fatto proponendo ai ragazzi la realizzazione di video giochi, permettendogli così di imparare giocando e rilassandosi”.
Dalle scuole a Casa Ugi il passo è stato breve e naturale. “Qualche tempo fa, abbiamo avuto modo di parlare di questa attività con alcuni membri di Casa Ugi, tra cui Domenico De Biasio, coordinatore del Progetto Adolescenti, e abbiamo pensato che si sarebbe potuto attivare un laboratorio nella saletta multifunzionale della struttura – prosegue Franceschiello – e a Novembre dello scorso anno abbiamo cominciato”.

Una volta al mese Andrea ed i suoi colleghi portano pc e documenti da leggere o vedere, tanto entusiasmo, ed insieme ai ragazzi danno sfogo alla fantasia e alla creatività. Mescolandole con la razionalità e la logica della programmazione creano i video giochi secondo l’ispirazione del momento. “La struttura del laboratorio è pensata per giocare e divertirsi, a volte però, proprio per la natura della materia il linguaggio può risultare un po’ difficile e qualche ragazzo si stanca a stare davanti al monitor – descrive Andrea – ma in generale trovo i ragazzi interessati e qualcuno particolarmente dotato”. In ogni incontro con i ragazzi si stabilisce su cosa provare a lavorare e, tra una chiacchiera e l’altra, arrivati al termine del laboratorio si commentano i risultati, tra risate, suggerimenti e spunti da seguire negli incontri successivi. “Pensavamo che potesse essere un’attività interessante da proporre, ma onestamente non sapevamo come sarebbe andata - conclude Andrea Franceschiello - La cosa più appagante per i ragazzi è vedere il prodotto del proprio ingegno davanti ai loro occhi. Per noi, è vederli contenti per quello che sono riusciti a creare. Ma questo non lo avevamo programmato”. 
 

Copyright 2016 Ugi Torino C.F. 03689330011

Abc Interactive