attività

Attività dell'UGI


IL TEMPO DELLA MEMORIA
Da sempre, fin dalla sua nascita, l’U.G.I., pur proclamandosi un’Associazione apolitica, aconfessionale, apartitica, ha voluto istituire - una volta all’anno - un “TEMPO DELLA MEMORIA” per ricordare chi, tra i giovani pazienti, non è più con noi. Don Sergio Messina – cappellano dell’Ospedale Regina Margherita dal 1980 al 1995 – è sempre stato vicino alle nostre famiglie e si è sempre dedicato con passione e grande umanità all’accoglienza del dolore e delle tante domande che i genitori si pongono di fronte alla sofferenza dei loro figli. Fin dall’inizio è stato lui il “regista” di questo tempo della Memoria. Don Sergio allora viveva con la sua Comunità nei pressi di piazza Sofia e, per rispetto ai genitori che non gradivano e non gradiscono tuttora ritornare al Regina Margherita, il tempo della Memoria veniva celebrato nella parrocchia di San Nicola in via Botticelli dove si è continuato, per abitudine, anche dopo il suo trasferimento. Quest’anno abbiamo voluto ”rivedere l’abitudine” e dare una svolta, una ventata di aria nuova e fresca ed inventare una mezza giornata di incontro, più familiare ed accogliente, che dia un senso pieno al motivo del ritrovarsi INSIEME. Abbiamo quindi chiesto a Don Sergio di ospitarci nella bella e campagnola sede della sua Associazione VO.L’A (Volontari l’Accoglienza) a Caselle, dove vive, per un” momento” di riflessione sui temi essenziali della VITA, per una celebrazione eucaristica - per fare comunione o non fare la comunione - e per un momento più leggero di estemporaneità autogestita a seguire, cioè una bella apericena. E così è stato! Domenica 8 Ottobre 2017 dalle ore 16.30 ci siamo ritrovati come “antichi compagni di scuola” in una cinquantina di persone a raccontarci un pezzo di storia recente e ricordare il pezzo di storia vissuto insieme. Eh… quanti ricordi! Anche la bella giornata di questo tiepido ottobre è stata nostra complice nella buona riuscita dell’iniziativa. Alle 18.00 circa siamo saliti al piano superiore nella grande sala “refettoria” dove abbiamo gustato le leccornie a sorpresa preparate dai genitori e dove si è creata spontaneamente un’atmosfera di sana convivialità semplice, ma profonda, amichevole, fraterna, ma rispettosa. Morale… alle 20.30, nessuno dava segni di stanchezza, di fretta, di noia, di volersene andare via….che bello! E, quasi a malincuore, ci siamo salutati per fare ritorno alle nostre case ma non prima di chiedere a Don Sergio un appuntamento per l’anno prossimo. E così sarà: il 14 ottobre 2018 alle ore 16.30. E’ bello sentirsi dire: “A domani… “All’anno prossimo…” “Tu non sai come sarà Domani, ma sai per certo che c’è Qualcuno pronto a condividerlo con Te!” Dillo, raccontalo…come siamo stati bene…magari qualcuno si incuriosisce e vorrà condividere con te la prossima esperienza…. tanto ormai la strada la sai. E se arrivassimo in cento? Nessun problema. Il posto c’è. E don Sergio più che Messina si chiama ACCOGLIENZA
 
UNA FINESTRA D’AUTORE ANCHE A CASA UGI
E’ stato un bell’incontro! Sincero e semplice. Matteo Pericoli è una persona riservata ma dal cuore grande che ha subito risposto alla nostra richiesta di incontro. Avevamo sentito parlare di lui molto spesso e le sue opere ci piacevano in modo particolare. Perché non chiedergli di fare un disegno “oltre le nostre finestre”? Osiamo chiederglielo? Proviamo. Ed eccoci seduti davanti alla macchinetta del caffè per le presentazioni di rito. Ci ascolta con molta attenzione, fa qualche domanda, ma si capisce che ciò che gli raccontiamo lo colpisce in modo particolare. Facciamo un giro di Casa Ugi per mostrargli gli alloggi, la sala giochi, la sala dedicata agli adolescenti. Accetta volentieri di darci un aiuto e di creare per noi una “veduta particolare delle finestre della Casa”. Chi è Matteo Pericoli? È un architetto e disegnatore famoso in tutto il mondo per le sue finestre: la finestra può essere uno specchio, che soltanto in certe occasioni rivela tutta la sua meraviglia che nella quotidianità ci era sfuggita. Non basta guardarla. Bisogna capirla. Pericoli ci dice che “Quel che c’è e ciò che vediamo sono spesso cose diverse e a disegno compiuto, conosco quelle vedute meglio dei loro protagonisti”. Ce l’ha promesso! Il disegno delle finestra di Casa UGI sarà per noi un grande regalo oltre che un grande onore!
 
TUTTI GIORNALISTI CON IL CONCORSO LETTERARIO!
Dopo un’interruzione di un anno eccoci di nuovo pronti per un nuovo Concorso letterario. Abbiamo sospeso per un po’ perché ci siamo accorti che qualcosa andava cambiato e che bisognava trovare una formula ideale per interessare i ragazzi. Allora abbiamo pensato che la creazione poteva unirsi alla fantasia, infatti quest’anno il tema del bando chiede che i bambini o i ragazzi creino una pagina di un giornale ideale che tratti il tema del bullismo. Un argomento attuale da sviluppare come meglio si vuole con l’aggiunta di un pizzico di creatività per la creazione della pagina: articoli, titoli, fotografie, pubblicità … Le scuole che desiderano partecipare al concorso dovranno inviare i lavori entro il 20 febbraio 2018 all’indirizzo indicato sul bando. La cerimonia di premiazione avverrà come sempre al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino e per i premiati ci saranno delle belle sorprese! Per i dettagli vi invitiamo a visitare il nostro sito www.ugi-torino.it e scaricare il bando del nuovo concorso. 

Copyright 2020 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive