1. Giornale UGI
  2. Carola e la sua famiglia

Scarica il giornale UGI

Carola e la sua famiglia

Carola e la sua famiglia


Ospiti di Casa UGi da febbraio di quest’anno “Qui abbiamo ricominciato a respirare”
Michela e Damiano, genitori di Carola (7 anni), ci spiegano le difficoltà incontrate subito dopo la diagnosi e le prime settimane in ospedale accanto alla figlia. “Quando siamo venuti a conoscenza dell’esistenza della struttura di Casa Ugi - dice la signora Michela - abbiamo iniziato a respirare, poiché siamo della provincia di Verbania, di Villadossola per l’esattezza, distante quasi due ore di auto. Impensabile fare tutti i giorni avanti e indietro. Anche per mio marito è stata una benedizione, infatti con il lavoro e la gestione dell’altro figlio Lorenzo, di soli 12 anni, è riuscito a vivere meglio, sapendo che avevamo un punto di appoggio”.
Interviene papà Damiano: “Casa Ugi è ciò che ci ha dato forza per andare avanti; poter vivere questo genere di quotidianità in ambiente riservato insieme al resto della famiglia, senza sottostare ad orari, ci ha dato forza per andare avanti perché  altrimenti sarebbe stato complicatissimo! Sappiamo per certo che da altre parti le famiglie sono costrette a dormire persino in auto per poter stare vicine ai bambini. Sapevamo dell’esistenza di queste associazioni di volontariato, ma non avremmo mai pensato di doverci appoggiare ad una di esse. Finché non ti trovi nella situazione di emergenza pensi sempre in maniera superficiale al fatto che sostengano concretamente le famiglie e poi ti trovi all’improvviso a scoprire un mondo di aiuto incondizionato, da toccare con mano. L’Ugi è stata la luce che ci ha permesso di non abbatterci in un momento così difficile. È meraviglioso quello che si riesce a creare con la forza dei volontari. Hanno sempre il sorriso sulle labbra, dimostrano una gentilezza e una disponibilità che, per noi che corriamo tutti i giorni quasi senza pensarci, non sono sentimenti così facili e spontanei; tengo a precisare che ho trovato tutti meravigliosi, in particolar modo Domenico De Biasio con cui si è instaurato anche un bel legame di amicizia che so che durerà nel tempo. Un’altra cosa positiva all’interno di questa parentesi brutta è che ho avuto modo anche di riscoprire la città di Torino, non pensavo fosse così bella. Senza l’ansia di dover tornare a casa, siamo riusciti anche a visitare la città e siamo rimasti stupefatti di quanto sia meravigliosa; la conoscevamo molto poco, ed ora ci sentiamo cittadini anche noi che abitiamo lontano”.
Per concludere ho chiesto quale, delle attività organizzate, fosse piaciuta particolarmente a Carola; la mamma risponde che in particolare le è piaciuta la giornata organizzata a giugno con le auto da corsa vicino a Pinerolo, a Barauda. All’interno della Pista Club des Miles i bambini hanno potuto salire a bordo dei bolidi da corsa guidati dai piloti e girare con loro. Per Carola è stato molto emozionante. Ci salutiamo e loro si congedano ringraziandoci; non hanno parole per esprimere la loro gratitudine e sono consapevoli di aver trovato in Casa UGI una grande famiglia che li ha accolti e che li sta aiutando con ogni mezzo per vivere serenamente una situazione sicuramente momentanea, ma di grande difficoltà.

Copyright 2020 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive