1. Giornale UGI
  2. Cosa succede in città: marzo/aprile 2017

Scarica il giornale UGI

Cosa succede in città: marzo aprile 2017

Cosa succede in città: marzo/aprile 2017


EMANUELE D’AZEGLIO, IL COLLEZIONISMO COME PASSIONE
La nostra città nonché Torino, offre possibilità di acculturarci ogni giorno di più con mostre straordinarie, possiamo usufruire della Carta Musei nel caso l’avessimo, una possibilità di visitare gratuitamente le mostre e musei che vi hanno aderito; una di queste dallo scorso 2 dicembre 2016 fino al 6 marzo 2017 pres­so Palazzo Madama presenta la mostra “Emanuele d’Azeglio. Il collezionismo come passione”.
L’esposizione celebra proprio a duecento anni dalla sua nasci­ta, il grande collezionista piemontese che, dopo una brillante carriera diplomatica, fu direttore del Museo Civico di Torino dal 1879 al 1890.
La mostra si concentra sulla grande passione collezionistica di d’Azeglio, le cui preziose raccolte di ceramiche e di vetri dorati, graffiti e dipinti, che fanno parte del patrimonio artistico di Pa­lazzo Madama, costituiscono oggi una collezione unica al mon­do, sia per qualità che per numero di pezzi.
Oltre alle opere di proprietà di Palazzo Madama, sono esposti in mostra alcuni importanti prestiti provenienti dalla Biblioteca Reale di Torino, dal Museo Nazionale del Bargello di Firenze, dalla Venaria Reale e dalla Fondazione Cini di Venezia.
Gli orari di apertura sono tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
tranne il martedì che è chiuso.
 
LE MERAVIGLIE DEL MONDO. LE COLLEZIONI DI CARLO EMANUELE I DI SAVOIA
L’esposizione “Le meraviglie del mondo. Le collezioni di Carlo Emanuele I di Savoia” ubicato tra Galleria Sabauda e Biblioteca Reale celebra i tesori di Carlo Emanuele I offrendo ai visitatori la possibilità di ripercorrere un momento straordinario per la nascita delle collezioni di Casa Savoia dallo scorso 16 dicembre al 2 aprile 2017.
In questa mostra troviamo squali di carta lunghi tre metri, ol­tre 800 dipinti, 14.000 volumi conservati in armadi, ognuno dei quali dedicato a un aspetto del sapere, busti romani, gioielli, ar­mature, arazzi, carte geografiche e molto altro; questi oggetti d’arte e di storia sono tutte le meraviglie del mondo raccolte dall’essenziale duca di Savoia Carlo Emanuele I nella seconda metà del Cinquecento.
Orario di apertura dalle 11.00 alle 19.00.
 
IL GIOVANE KUNISADA E LA SCUOLA DI OSAKA
Il 24 gennaio ha aperto i battenti fino al 28 maggio 2017 al Mao di Torino il percorso delle stampe con xilografie che raffigurano scene del teatro kabuki nel ventennio 1815-1835, periodo di af­fermazione della grande scuola Utagawa di Edo in questo filone dell’ukiyo-e, attraverso le opere di uno dei suoi maggiori espo­nenti, Kunisada (1786-1864). Oltre alle stampe kabuki, ci sarà il tema del paesaggio con alcune composizioni in formato verti­cale tratte da serie famose di Utagawa Hiroshige (1797-1858).
Il Mao all’interno della sua sala principale ripropone 8 kakemo­no nonché dipinti in formato verticale che forniscono un picco­lo esempio della variegata produzione pittorica giapponese tra la fine del 1600 e la seconda metà del 1800.
In questa nuova esposizione al Mao troviamo alcuni dipinti a inchiostro monocromo, su seta o su carta: un paesaggio nello stile del grande maestro di scuola Kano, Tan’yu (1602-1674); il tema Zen del “Gibbone che afferra il riflesso della luna nell’ac­qua”, dipinto da Kaiho Yusho (1533-1615), e un piccolo fugu (pesce palla) che reca la firma del famoso Katsushika Hokusai (1760-1849).
Da martedì a venerdì: dalle 10 alle 18
Sabato e domenica: dalle 11 alle 19
Chiuso il lunedì
 
BRUNO MUNARI - ARTISTA TOTALE
Il Museo Ettore Fico di Torino propone dal 16 febbraio 2017 all’11 giugno 2017, una eccezionale mostra su Bruno Munari, uno dei personaggi più rappresentativi dell’arte e del design mondiale del XX secolo; l’esposizione al MEF vuole documentare l’attività dell’artista italiano mettendo in risalto l’originalità e la varietà della sua opera, le sue sperimentazioni e le sue idee sull’arte ed il design attraverso disegni, progetti, collage, dipinti, sculture, libri, oggetti di industrial design, grafiche editoriali, libri e molto altro.
Un tuffo nell’opera e nel genio di uno dei massimi protagonisti dell’arte, del design e della grafica del XX secolo.
Dal mercoledì al venerdì dalle 14.00 alle 19.00
Sabato e domenica dalle 11.00 alle 19.00
 
DALLE SABBIE AL MUSEO ERNESTO SCHIAPARELLI
Il maestoso e misterioso Museo Egizio di Torino presenta dal 2 marzo 2017 al 3 settembre 2017 una mostra incentrata sulla figu­ra di Ernesto Schiaparelli intitolata “Dalle Sabbie al Museo”; la mostra ripercorre la vita di Schiaparelli e la sua importante atti­vità di egittologo che lo portò alla direzione del Museo Egizio e alla guida della missione archeologica italiana in Egitto.
A Schiaparelli si deve il ritrovamento della tomba di Kha ritrova­ta intatta con tutto il corredo funerario che oggi si può ammira­re nelle sale dello splendido museo torinese.
Grazie alle fotografie ed ai pannelli interattivi sarà possibile sco­prire com’era la vita degli archeologi durante gli scavi.
Lunedì: dalle 09.00 alle 14.00
Dal Martedì alla Domenica: dalle 09.00 alle 18.30
LA MERENDA REALE
Un gustosissimo rito imperdibile della città sabauda nato nel XVIII secolo a corte è la Merenda Reale, un appuntamento da sogno per gli amanti del cioccolato e per quelli che vogliono provare i tantissimi dolci, biscotti e cioccolatini della tradizione torinese e piemontese.
Ogni weekend, in alcuni caffè della città di Torino si può consu­mare la Merenda Reale e godersi un momento di relax e bontà.
La scelta per questa merenda si divide tra Merenda Reale del 700 e Merenda Reale dell’800.
La Merenda Reale del Settecento include una cioccolata calda la storica preparata con cioccolato fondente e acqua, dei bi­scotti tradizionali chiamati “bagnati” da inzuppare nella ciocco­lata calda, i “diablottini” piccoli cioccolatini tipici al cioccolato fondente e torroncini.
La Merenda Reale ottocentesca invece prevede come bevanda calda il mitico Bicerin servito con i biscotti “bagnati” e altri cioc­colatini come i cri cri ed i gianduiotti e i nocciolini di Chivasso.
Gli aderenti all’iniziativa per la Merenda Reale del 700 sono il Caffè Madama da giungere il costo del biglietto di ingresso a Pa­lazzo Madama, il Caffè di Palazzo Reale, la Caffetteria del Castel­lo di Rivoli e la Caffetteria degli Argenti alla Reggia di Venaria mentre per la Merenda Reale dell’800 ci sono la Gelateria Pepi­no, la Torrefazione Moderna, il Caffè San Carlo e il Caffè Elena.
Dal 4 marzo 2017 - 5 marzo 2017
Orario: 10.00 - 18.00
 
JUST THE WOMAN I AM
Anche quest’anno Torino vivrà l’edizione 2017 di “Just the wo­man I am”, una corsa o camminata podistica non competitiva di 5,5 km per sostenere la ricerca universitaria sul cancro.
L’evento è organizzato dal CUS Torino insieme al sistema uni­versitario torinese, il ricavato delle iscrizioni sarà devoluto in beneficenza a favore degli istituti di ricerca universitari che si occupano della lotta contro il cancro.
Sarà una giornata di sport, solidarietà, ricerca ed informazione per aiutare gli studiosi impegnati nella ricerca universitaria in campo oncologico; la scelta cade sul voler correre o cammina­re, l’importante è partecipare sostenendo la ricerca.
Alle ore 16,30 prenderà il via la corsa non competitiva o cam­minata.
5 marzo 2017
Orario: 16:30 - 18:00
La quota di partecipazione prevista
è a offerta libera a partire da 15 €
PIETRO PIFFETTI, EBANISTA TRA SCIENZA E ARTE DELL’INTARSIO
Dal 17 marzo 2017 al 10 luglio 2017 Palazzo Madama propone una nuova mostra su Pietro Piffetti, trattasi di una retrospet­tiva sull’ebanista torinese dove intarsi in avorio, tartaruga, me­talli e legni pregiati, portarono la produzione dell’ebanisteria piemontese del XXVII secolo ai massimi livelli.
Ci saranno le collezioni del museo, console, mazzarine, casset­toni, crocifissi, tavolini e molti prestiti esterni per approfondire i collegamenti con la cultura artistica contemporanea in Europa e in Oriente, la scienza e le tecniche a trompe-l’oeil.
Lunedì alla Domenica dalle 10.00 alle 18.00
escluso il martedì di chiusura
 
COLORI. L’EMOZIONE DEL COLORE NELL’ARTE. KANDINSKY, PAUL KLEE E GIACOMO BALLA
Kandinsky, Paul Klee e Giacomo Balla saranno i protagonisti di una nuova meravigliosa mostra organizzata tra la GAM nonchè Galleria d’Arte Moderna di Torino ed il Castello di Rivoli dal 14 marzo al 23 luglio 2017.
La mostra è un viaggio nella storia, l’invenzione, l’esperienza e l’uso del colore nell’arte moderna e contemporanea d’Occiden­te, ma anche di altre culture.
La mostra si svolge in parallelo tra il Castello di Rivoli e la GAM di Torino.
Da Martedì a Domenica: 10.00 – 18.00
Lunedì chiuso
 
CARAVAGGIO
Il ricco anno d’arte torinese si arricchisce di un altro appunta­mento con la mostra “Caravaggio Experience” in programma dal 25 marzo 2017 al 1 ottobre 2017 alla Reggia di Venaria.
Un focalizzante video proporrà l’opera di Michelangelo Merisi, detto Caravaggio, alla Citroniera delle Scuderie Juvarriane.
Attraverso l’utilizzo di un sistema di multi-proiezione a gran­dissime dimensioni ed un combinato di musiche suggestive e fragranze olfattive, la Reggia di Venaria propone un approccio molto particolare e contemporaneo all’opera di uno dei più grandi artisti della storia per far vivere un’esperienza imperdibi­le grazie ad una vera e propria “immersione” sensoriale nell’ar­te del maestro del Seicento; la mostra multimediale terminerà con un “viaggio” nei luoghi di Caravaggio, seguendo le fasi principali della sua vita.
Da martedì a venerdì dalle ore 9.00 alle 17.00
Sabato, domenica e festivi: dalle ore 9.00 alle 18.30
Chiuso il lunedì

Copyright 2020 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive