MASSIMO MONDINI

MASSIMO MONDINI

UNA SEDE ALL’AVANGUARDIA, COSTRUITA SECONDO LA PIU’ MODERNA TECNOLOGIA E GRAZIE ALLE GENEROSE DONAZIONI

Il giorno 11 settembre ci sarà la prima presentazione di UGI2 alle Istituzioni della Città di Torino, cui seguirà il 15 settembre per la presentazione al pubblico. In queste date corso Dante 101 vivrà due importanti giornate di manifestazioni a tutto tondo per salutare insieme la nascita di questo luogo, dove i giovani guariti da tumore pediatrico e le famiglie potranno essere aiutati a riprendere in mano la loro vita. Massimo Mondini, che da circa otto anni si occupa in qualità di tesoriere UGI della gestione amministrativa e finanziaria dell’Associazione, è il portavoce di questo importante progetto.

Quali sono stati i costi complessivi per l’intera opera?
Per l’UGI l’investimento è stato complessivamente di 2.800.000 euro, ripartiti nel modo seguente. Per l’acquisto dell’immobile sono occorsi poco più di 2.000.000 di euro, 500.000 per le opere di finitura poiché lo stabile è stato acquistato grezzo, e 300.000 per gli arredi. Per finitura si intendono i pavimenti, i muri in cartongesso per la struttura delle stanze, gli impianti. Per arredi si parla di tende, mobili vari, impianti audio-video. Ricordo che per Radio UGI non ci sono state spese per le attrezzature specifiche, perché il tutto è stato generosamente donato da aziende del settore.

Com’è strutturato corso Dante 101?
E’ uno stabile di due piani, uno terreno con una sala per eventi che può contenere sino a 100 persone; quindi la palestrina per la rieducazione motoria di 70 mq circa, attrezzata con macchine che ci sono state indicate in maniera specifica dalla dottoressa Fagioli, direttore oncoematologia pediatrica OIRM. È prevista in loco l’area ristoro per un break a qualsiasi ora del giorno. Al primo piano nel nuovo edificio UGI2 verranno spostati gli uffici che sono ora in Casa UGI, cioè l’ufficio marketing e comunicazione, il gruppo bomboniere, l’ufficio amministrativo che ha attualmente la sede all’ospedale Regina Margherita. Troveranno gli spazi adeguati in questo primo piano i laboratori creativi, la sede della radio, la sede redazionale del nostro giornale e due salottini per i colloqui.

Come sono stati reperiti i fondi?
Il 90% dell’investimento è stato finanziato con lasciti testamentari, il 10% con donazioni di privati e di istituzioni. Grazie a queste cifre a disposizione, da subito i lavori sono iniziati, tolto qualche piccolo intoppo fisiologico, e soprattutto finiti nei tempi dovuti, senza ricorrere ad alcun mutuo. Ho detto che i lavori sono finiti, in realtà c’è ancora qualche rifinitura da concludere, ma sono certo del successo della missione e del suo completamento entro la prima settimana di settembre.

I costi economici hanno influenzato il progetto?
O avete portato a termine tutto quanto vi eravate proposti?

Grazie alla generosità delle donazioni a cui ci è stato permesso di attingere compiutamente e nei tempi dovuti, grazie al budget importante ed adeguato, senza ombra di dubbio la condizione era perfetta ed allineata allo scopo. Nulla non è stato fatto perché non potessimo farlo. Tutti gli investimenti garantiscono un elevato servizio di qualità, efficienza ed il confort di tutto il complesso UGI2. L’impresa a cui è stato affidato il progetto di finitura è la Ditta Delsedime, scelta tra sei imprese con appalto di partenza.

Ci sono stati imprevisti di qualche genere?
L’unico aspetto che ha leggermente rallentato la partenza dei lavori è stato un avvio burocratico posticipato di un paio di mesi. Null’altro ha inficiato lo svolgimento e sviluppo del progetto.

Questo luogo avrà costi di gestione?
Si calcola che il costo per le utenze e il condominio possa essere all’incirca tra i 15.000 e 20.000 euro all’anno. Non avrà costi aggiuntivi per il personale, che sarà spostato da Casa UGI e dall’ospedale, nei nuovi uffici. La palestrina invece avrà costi a cui occorrerà pensare, poiché dovranno lavorare regolarmente alcuni fisiatri. Ci attiveremo per questo.

Quali sono gli accorgimenti tecnologici di cui è dotata UGI2?
Il progetto ha delle soluzioni per il confort in generale, ossia una tecnologia domotica che consiste nella gestione in remoto di impianti elettrici e climatizzazione, per una migliore efficienza degli impianti.

Copyright 2019 Ugi Torino C.F. 03689330011

Abc Interactive