1. Giornale UGI
  2. UGIDUE scende in campo

Scarica il giornale UGI

UGIDUE scende in campo

UGIDUE scende in campo


La proposta di progetti e attività nella nuova struttura dell’associazione.

Sabato 8 febbraio l’UGI ha fatto un ulteriore passo avanti, spiegando le attività che vuole intraprendere nel 2020 con progetti dedicati ai bambini e ragazzi off therapy e non solo. Infatti, seguendo le parole del vicepresidente dell’Associazione Franco Sarchioni, l’invito è anche quello di “portare un amico, un fratello, un compagno di scuola”. Tutte le attività che verranno realizzate presso UGIDUE saranno impostate sulla capacità e possibilità di partecipare dalla maggior parte dei ragazzi.
Per questioni organizzative le attività sono state divise in tre grandi blocchi: le attività per bambini, quelle per adolescenti e giovani adulti e quelle per i genitori. Le prime due verranno coordinate da Simona Bellini, psiconcologa e psicoterapeuta dell’UGI; le attività per i genitori verranno gestite da Elvia Roccia, anch’ella psiconcologa e psicoterapeuta dell’Associazione. Le attività per i bambini consistono nella pet therapy, l’arteterapia, l’ippoterapia, la musicoterapia, l’orto didattico - progetti già presenti in UGI - oltre alla creazione di un doposcuola diverso da quello che viene già proposto da altre associazioni. Quest’ultimo propone una serie di attività di recupero scolastico su problemi specifici e non la realizzazione di un doposcuola fisso.
Per quanto riguarda gli adolescenti ed i giovani adulti, in collaborazione con la Cooperativa Patchanka, verrà attivato un progetto dedicato all’orientamento lavorativo, alla ricerca del lavoro ed all’educazione finanziaria, nell’ottica di permettere a tutti la conquista di un posto e di una occupazione. Oltre a ciò, grazie al contributo della Fondazione CRT, sarà possibile far partire una serie di laboratori multimediali riguardanti la rapterapia, il videomaking, la fotografia, la radio e l’utilizzo dei social. Questi laboratori sono connessi tra loro in quanto, partendo dal laboratorio di rapterapia (gestito da Marco Zuli Zuliani) e la conseguente realizzazione di un brano rap, ci si avventurerà nella realizzazione di un video musicale, oltre a lavorare sulla promozione dello stesso attraverso la radio ed i social network.
Ultimo, ma solo in ordine di esposizione, un progetto multisportivo realizzato in collaborazione con il Cus Torino che propone attività a tutti i giovani, a prescindere dall’età. In parallelo continuerà l’esperienza della squadra di calcio “100% Guariti”, già attiva da oltre un anno. Ai genitori verranno dedicati appuntamenti di Reiki, Shiatsu e Mindfulness, alcuni dei quali già attivi presso l’Ospedale Regina Margherita e in Casa UGI. Lo spazio relativo alla palestrina vuole portare avanti un progetto innovativo a supporto delle attuali conoscenze fisioterapiche, dove un’équipe multidisciplinare - composta da fisiatri, fisioterapisti e logopedisti - seguirà i giovani pazienti in una serie di attività volte al ripristino delle proprie abilità.
Il metodo, all’avanguardia, prevede l’utilizzo di un sistema digitale con realtà virtuale per migliorare le possibilità di recupero da parte dei bambini e dei ragazzi.

(Pierpaolo Bonante)

Copyright 2020 Ugi Torino C.F. 03689330011

Abc Interactive