Verde UGI

Verde UGI


AL VIA IL PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

Un anno di laboratori, giochi e gite intorno a un argomento sempre più importante, grazie al contributo della Fondazione­Crt e a un bel gruppo di partner.
E’ possibile parlare di natura e ambiente, magari anche toc­cando e annusando, in oncolo­gia pediatrica?
E’ possibile provare a costrui­re un ponte con l’esterno per il bambino ospedalizzato o in cura che gli permetta di sentirsi meno isolato e allo stesso tempo di trascorrere del tempo inte­ressante e imparare cose nuove?
Possiamo parlare di natura in Reparto di Oncoematologia per provare a sentirsi un più “al di fuori”? Possiamo fare l’orto a Casa UGI? Possiamo fare qualche gita in più?
A noi piace pensare di sì e abbiamo voluto cogliere queste e altre scommesse attraverso il progetto “Verde Ugi!”, reso pos­sibile grazie anche a un contributo della Fondazione CRT e al supporto dei partner.
Quando un bambino si ammala ed entra in ospedale, tutto il suo mondo subisce un cambiamento improvviso. Ma il bambi­no resta sempre tale, con la volontà e la forza di vivere, di gio­care, di ridere e conoscere: un bambino per il quale ci si deve comunque impegnare in relazione a tutti i suoi molteplici e complessi bisogni. Fra le problematiche principali relative agli aspetti ambientali e relazionali dei reparti pediatrici, vi è il fatto di avere a disposizione del tempo libero e di doverlo trascor­rere prevalentemente nell’ambito del reparto stesso, in una condizione simile all’isolamento. Questo problema si acuisce ulteriormente nel periodo estivo, quando si interrompono le attività della scuola ospedaliera e diminuiscono in generale le attività da proporre ai piccoli degenti.
Abbiamo voluto provarci perché siamo consapevoli che l’edu­cazione ambientale, naturalistica e alimentare, rappresentano un elemento ormai importantis­simo dei programmi di tutte le scuole, ma soprattutto per fare un altro passo avanti nella valo­rizzazione del tempo del bam­bino malato e dando il nostro contributo al miglioramento dell’utilizzo dell’ospedale, nella speranza che questo possa di­ventare anche un luogo sempre più di educazione e di sperimen­tazione anche di esperienze po­sitive.
Verde UGI proporrà un ciclo di attività di giochi e laboratori sui temi dell’educazione ambienta­le per i bambini malati di tumo­re ricoverati presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Regina Marghe­rita di Torino, gli ospiti di Casa UGI, nonché a ragazzi da poco “off therapy” interessati.
Oltre al tema completamente nuovo, Verde UGI porterà per la prima volta dentro l’ospedale infantile un ciclo di attività natu­ralistiche attraverso una rete di partner qualificata e motivata quali la L.I.P.U., la Cooperativa Sociale Il Margine, l’Associazione Parco del Nobile e l’apporto di alcuni professionisti esperti, oltre all’immancabile supporto dei volontari UGI.
Il tutto sarà accompagnato da alcune gite, anche con pernotta­mento, nella meravigliosa Collina degli Elfi a Govone (CN) e a Cascina Grangetta nel Parco La Mandria, nei pressi di Druento (TO).
Questa emozionante sfida comincerà nel prossimo maggio con l’avvio del primo ciclo di laboratori presso Casa UGI: la prima parte della sperimentazione, infatti, coinvolgerà i bambini ospi­ti e i ragazzi off therapy che vorranno partecipare. In questo percorso proveremo anche a dare vita a un piccolo orto didat­tico (ma le piante saranno vere!) nell’area esterna della Casa.
Con il nuovo anno scolastico (2017-18) si riproporrà lo stesso ciclo presso il Reparto oncoematologico del Regina Margherita con cadenza quindicinale.
Il contesto particolarmente delicato della seconda fase del pro­getto richiederà che i contatti con la materia organica saranno ridotti al minimo e sarà fondamentale il sostegno dell’apporto tecnologico, al fine di far vivere ai bambini un’esperienza utile ma soprattutto appassionante.
Nei laboratori si giocherà e imparerà intorno al mondo dell’or­to, del bosco, della frutta e della verdura, si volerà con gli uc­celli e con i pipistrelli, torneremo indietro nel tempo per conosce­re le abitudini alimentari prima e dopo Cristoforo Colombo, fare­mo un po’ di educazione alimen­tare e ci interrogheremo sulla provenienza dei cibi e su cosa offre il nostro territorio secondo le stagioni.
Torneranno le api e il mondo dell’apicoltura, cercheremo le farfalle e altri insetti utili o dan­nosi per le piante e.. ah già, di­menticavamo… ci saranno an­che i ragni!

Copyright 2020 - Ugi Torino C.F. 03689330011 - Privacy policy

Abc Interactive