1. Giornale UGI
  2. VOGLIO STARE A CASA… VIENI TU

Scarica il giornale UGI

VOGLIO STARE A CASA… VIENI TU

VOGLIO STARE A CASA… VIENI TU

L’Assistenza infermieristica domiciliare.

Quando la medicina si deve occupare dei bambini e dei giovani adulti assume un atteggiamento di protezione. I bambini, prima ancora di essere curati, devono essere protetti, non solo dalla malattia ma anche dall’ambiente ospedaliero, freddo ed asettico, dall’ansia degli adulti che li accudiscono, dalla paura dei genitori, dall’allontanamento dai giochi e dagli amici. Abbiamo visto molti ospedali curare particolarmente l’estetica e l’arredamento dei reparti pediatrici; abbiamo visto molte associazioni impegnarsi a distrarre i giovani pazienti e portarli lontano dalle cure e dalle terapie, abbiamo visto i medici colorare le mascherine, i copricapo della sala operatoria, abbellire i camici con ogni sorta di pendaglio. E poi è giunto il momento di pensare a qualcosa di più concreto: cercare di diminuire al massimo il tempo da passare all’interno dell’ospedale.
Questa riflessione è diventata un obiettivo da raggiungere; un obiettivo importante per contribuire al miglioramento della vita dei bambini e delle loro famiglie. Da anni si cercava di rendere meno traumatica possibile la visita in ospedale, così come il ricovero, urgeva più che mai la necessità di ricostruire una vita sempre più “vicina” alla normalità, consentendo a tutti di trascorrere il maggior tempo possibile a casa, nel proprio ambiente famigliare. Una stretta collaborazione con i medici del reparto di oncologia pediatrica, attraverso una serie di riunioni e scambi di idee, ha tramutato questi pensieri in un progetto dal titolo “Voglio stare a casa… vieni tu”. Si tratta indubbiamente di un progetto innovativo, almeno per l’oncologia pediatrica del Piemonte, che ha il grande vantaggio di diminuire gli accessi in ospedale, di ridurre il tempo trascorso in dayhospital e quindi limitare i disagi per tutta la famiglia.
Questi sono i vantaggi pratici, per non sottovalutare quelli psicologici ancor più importanti! Si riduce il disagio psicologico del trovarsi in ospedale; si agevolano gli accessi in ambulatorio evitando code ed attese e si garantisce un insieme di prestazioni mediche, infermieristiche e riabilitative al paziente ed ai suoi famigliari. In primavera si è svolto un concorso dedicato ad infermieri che volessero aderire al progetto; le domande sono state molte ed i colloqui si sono svolti in collaborazione tra l’UGI e l’Ospedale Infantile Regina Margherita. L’UGI si è fatta carico dell’assunzione di due infermiere, mentre il terzo contratto è stato preso in carico dall’Associazione AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie): l’Azienda Ospedaliera ha messo a disposizione l’auto e l’autista. Un vero modello di rete e di collaborazione. Il servizio ha avuto inizio il 6 maggio 2019 quando le infermiere, opportunamente formate per questo nuovo servizio, hanno iniziato a recarsi presso le residenze di quei pazienti che hanno accettato la proposta. A luglio è stato fatto il primo punto della situazione, appurando che la media degli accessi varia da 6 a 11 bambini al giorno, a seconda dalla distanza tra loro. Le residenze possono essere Casa UGI, il Sermig di Pecetto Torinese (Arsenale dell’Armonia) oltre alle residenze private dei pazienti.
I medici confermano che la percezione del personale sanitario che si occupa del progetto è più che positiva. Infatti emergono racconti che riportano grande soddisfazione da parte dei genitori e dei bambini coinvolti, poiché questa modalità di assistenza influisce positivamente sulla loro qualità di vita quotidiana. Non solo: anche il personale sanitario si dimostra entusiasta, attivo e pienamente soddisfatto del percor-so intrapreso.
Qual è il prossimo obiettivo?
Quello di aumentare gli accessi all’assistenza domiciliare per raggiungere un numero sempre maggiore di bambini presso casa loro: alla Città della Salute e della Scienza è già stata richiesta una seconda auto per favorire il servizio e gli utenti.

Copyright 2019 Ugi Torino C.F. 03689330011

Abc Interactive